Promuovere in chiave sostenibile la crescita socio-economica di un territorio comporta necessariamente una diversificazione delle attività pur mantenendo integre quelle che sono le peculiarità del territorio stesso.

Agrivanda scaturisce dalla volontà di recuperare, riqualificare e valorizzare dei terreni a vocazione prettamente agricola e si inserisce nell’ambito del più vasto programma integrato “Energy Valley” di riqualificazione paesaggistica e territoriale in corso nell’area circostante il Centro Olio Val d’Agri a Viggiano.
L’esperienza in campo comincia nel 2018 con la messa a coltura di terreni incolti, il recupero di colture preesistenti, l’installazione di apiari e la ristrutturazione di due edifici esistenti. La coltivazione della lavanda, pianta officinale che ben si adatta alle condizioni pedo-climatiche dell’area, e le api come indicatori di biomonitoraggio, sono gli elementi caratterizzanti di Agrivanda che mira a diventare un esempio al servizio della comunità.

Elementi chiave del progetto sono la crescita economica del territorio supportando la nascita di micro-filiere, l’inclusione sociale attraverso la collaborazione con cooperative sociali locali, la didattica e la formazione per il mondo scolastico e non e il rispetto per l’ambiente.
In tal senso Agrivanda diventa un vero e proprio contenitore nel quale l’innovazione, in termini di processo e di prodotto, si fonde con le tradizioni locali per diventare un modello scalabile e modulare da poter replicare a diversi livelli sul territorio.